I servizi digitali a pagamento sono ormai diventati una consuetudine della nostra quotidianità. Se fino a qualche anno fa si era in un certo qual modo restii a pagare per qualcosa di intangibile e che esisteva solo in un mondo virtuale, oggi questa pratica è più che accettata, e tanti di questi servizi che presuppongono la registrazione di un account online e il pagamento di una quota mensile o annuale sono diventati quasi essenziali. Tuttavia, se la cifra del singolo servizio è più che accettabile, l’insieme può risultare una spesa importante sul nostro bilancio. In un nucleo familiare, inoltre, può esserci la necessità che più di un membro abbia bisogno di uno di questi servizi. E allora la spesa diventa doppia? Beh, non in tutti i casi. Per fortuna, alcuni servizi consentono di condividere l’account online con la propria famiglia, così con una sola quota, tutti possano usufruire degli stessi benefici, portando un risparmio significativo. Noi ne abbiamo individuati cinque in varie categorie, ecco quali sono.

Condividere l’account online su Netflix

Un account Netflix può contenere fino a cinque profili, a prescindere dal piano che si è deciso di pagare. Esistono infatti tre tariffe, che consentono a chi si registra di scegliere se guardare Netflix su uno, due o quattro dispositivi contemporaneamente. Se scegli l’ultimo piano, cinque persone potranno accedere allo stesso account e fino a quattro di questi potranno farlo contemporaneamente. Volendo, è possibile dividere il costo, ma tieni presente che dividendo il costo in quattro o cinque persone, è come ritornare al profilo base, in cui ciascuno può accedere a massimo un solo dispositivo, seppur con qualche risparmio.

Condividere l’account online su Amazon Prime Music Unlimited

Il servizio dedicato alla musica in streaming e al download di brani di Amazon, che fa concorrenza a Spotify, prevede la possibilità di sottoscrivere un piano per famiglie (Music Unlimited Family) in cui è possibile consentire l’accesso allo stesso account con gli stessi benefici (quindi accesso a 50 milioni di brani, niente pubblicità, playlist, download e così via) a un massimo di sei persone. Già, sei persone! Il prezzo dell’abbonamento è di 14,99 € al mese, che confrontato con quello individuale da 9,99 € al mese, risulta molto economico (si tratta di circa 2,50 € al mese per persona). Inoltre, gli utenti Amazon Prime che sottoscrivono il piano Family, possono avere diritto a un ulteriore risparmio pagando 149 € per un anno intero, quindi risparmiando due mesi.

Condividere l’account online su Spotify

E se Amazon chiama, Spotify risponde. Anche il pioniere della musica in streaming, infatti, prevede un’opzione per le famiglie: con la sottoscrizione del piano Premium for Family, infatti, è possibile condividere i benefici di un account premium sulla piattaforma con tutto il nucleo familiare per un massimo di sei persone. Il prezzo è lo stesso di Amazon Music, quindi il ragionamento in termini economici non cambia. È importante provare che tutti coloro che accedono all’account abitino presso la stessa abitazione, altrimenti Spotify non permetterà l’aggiunta di un membro della famiglia.

Condividere l’account online su Premium Play

Se sei abbonato al servizio Mediaset Premium saprai sicuramente che puoi usufruire del tuo abbonamento su altri dispositivi, in modo tale da non perderti i tuoi programmi preferiti nemmeno quando sei lontano dalla TV di casa tua. Ebbene, il servizio Premium Play offre la possibilità di aggiungere all’account fino a cinque dispositivi diversi. Tuttavia, questi non possono accedervi tutti contemporaneamente, anzi, solo a un dispositivo per volta è permesso di utilizzare Premium Play. Tuttavia, se uno dei cinque dispositivi è una TV, allora è possibile per un altro tipo di device guardare un programma diverso contemporaneamente.

Condividere l’account online su Office 365 Home

Il servizio di Microsoft dedicato ai software della suite di Office è molto utile sia per lavoratori che per studenti, quindi è chiaro che in un nucleo familiare gli abbonamenti al servizio possono moltiplicarsi, moltiplicando così anche i costi. Per fortuna, Microsoft ci consente di condividere il nostro abbonamento a Office 365 Home con altre quattro persone, raggiungendo un totale di cinque profili connessi allo stesso account, a prescindere dal dispositivo usato. Tutti i membri avranno la possibilità di scaricare l’ultima versione aggiornata della suite di Office, 1TB di spazio sulla piattaforma One Drive e 60 minuti al mese di chiamate su Skype verso tutti i cellulari.

Cosa condividi?

Siamo sicuri che gli account condivisibili non si esauriscano qui, poiché questo sta diventando un trend per tutti i fornitori di servizi digitali. Tu condividi alcuni account con la tua famiglia? Quali? Consiglia il resto della community di Nedben.