Parte della routine quotidiana di ognuno è dedicata al momento della colazione. Sia che tu viva da solo, sia che tu abbia una famiglia, è indispensabile che tutti voi facciate colazione. Se c’è un bar sul percorso che ti porta al lavoro, è probabile che tu abbia preso l’abitudine di fare colazione al bar, con la combo caffè (o cappuccino) e brioche a cui è difficile rinunciare.

Tuttavia, sebbene il caffè al mattino sia piacevole e il sapore dolce delle brioche sia semplicemente fantastico, in quanto a nutrimento, c’è ben poco di cui essere deliziati. Inutile negare, allo stesso tempo, che preparare la colazione a casa richiede del tempo, e inoltre si tratterebbe di una spesa che andrebbe ad aumentare il budget destinato alla spesa alimentare. Queste considerazioni, da sole, bastano a scoraggiare i tantissimi italiani che semplicemente decidono di saltare la colazione. Abitudine sconsigliatissima, poiché cibo e liquidi assunti al mattino, dopo 8 ore di digiuno, aiutano il sangue a coagulare più velocemente ed evitare così i rischi connessi a un apparato cardiovascolare esposto allo stress mattutino.

Sintetizzando, se vuoi preparare la colazione, hai bisogno di tre cose.

Innanzitutto, vuoi fare una colazione sana e nutriente, una colazione che ti tenga lo stomaco impegnato fino a ora di pranzo e che ti permetta di focalizzarti sul lavoro (o che permetta ai tuoi figli di restare vigili e attenti in classe). Questo significa che devi evitare i cibi già pronti e preconfezionati.

In seconda battuta, vuoi una colazione che sia semplice e veloce da preparare, diciamo in non più di un quarto d’ora, se non vuoi anticipare la sveglia di un’ora. E poi ogni mattina ne capita una! Quello che serve, quindi, sono una colazione fatta di pochi semplici ingredienti.

Ancora, vuoi una colazione che sia economica. Risparmiare e mangiare bene è possibile, lo dimostriamo con queste cinque idee che a due euro o meno, offrono più di una colazione.

Infine, vuoi qualcosa che piaccia a tutti. Un piatto che piace solo a una o due persone, non è un vero piatto! E le colazioni non fanno eccezione.

Ecco, quindi, le nostre proposte, basate sui prezzi disponibili online delle catene di supermercati più diffuse.

Frutta e frullati di frutta

Il tipo di colazione perfetto per gli studenti o per chi fa un lavoro d’ufficio: gli zuccheri della frutta sono naturali e non fanno male quanto lo zucchero raffinato che metti nel caffè, inoltre ci sono diversi frutti che contengono molte fibre, altra componente importante per la nostra alimentazione. Con appena qualche millilitro di latte e un frullatore è possibile preparare gustose bevande in meno di cinque minuti.

Considerando che un chilo di frutta di stagione costa sicuramente meno di due euro, ecco che la prima idea è trovata.

Porridge

Il porridge è un tipo di colazione molto diffuso nei Paesi anglofoni, ma che è possibile trovare anche in alcuni bar in Italia: in pratica si tratta di una crema fatta con latte caldo e fiocchi d’avena. Prepararlo è relativamente semplice, un’operazione da meno di dieci minuti, ma che racchiude in un prodotto solo le proteine del latte e le fibre dell’avena.

Sebbene i fiocchi d’avena siano in genere molto ricercati e quindi molto costosi, ci sono alcuni supermercati che vendono confezioni brandizzate col proprio nome a un prezzo decisamente inferiore del solito. 300 grammi di fiocchi d’avena costano circa 1,50 euro, mentre mezzo litro di latte UHT costa appena 50 centesimi.

Pane e marmellata e spremuta d’arancia

Quella che tutti noi, citando un vecchio spot, chiameremmo colazione dei campioni. È vero, la marmellata è un prodotto raffinato, ma hai mai provato a leggere l’etichetta? Scoprirai che c’è pochissimo saccarosio e molto fruttosio. Se non sei alla ricerca di un brand altisonante, un barattolo di marmellata senza marchio costa circa 1,10, che uniti ai 50 centesimi del pan carré, fanno appena 1,60 euro.

Se vuoi, puoi rendere la colazione ancor più nutriente preparando una premuta d’arancia (tre arance tarocco, di quelle perfette per la premuta, costano circa 36 centesimi).

Yogurt greco

Se uno yogurt greco ti sembra molto poco come colazione, vuol dire che non ne hai mai mangiato uno! Innanzitutto, è comodissimo perché non necessita di preparazione, inoltre, il contenuto di proteine è elevatissimo, il che lo rende un alimento adatto a chi vuole mantenersi leggero, pur facendo un lavoro per il quale deve fare molta attività fisica.

Uno yogurt greco da 170 grammi costa circa 1,30 euro, dunque rientra perfettamente nel limite.

Uova

Sode o strapazzate, poco importa. Ci vogliono circa dieci minuti per prepararle e l’apporto proteico offerto dalle uova è impareggiabile. Forse ti sembrerà una colazione anglosassone, ma le uova in realtà possono rivelarsi una super-colazione. E una confezione da 6 costa circa 1,40 euro.

La tua colazione

Come vedi, con appena due euro è possibile fare colazione per una settimana o più. Ora, è il tuo turno. Racconta alla community di Nedben cosa mangi per colazione e quanto riesci a risparmiare.