Ricche di vitamine e di benefici per la salute, zuccheri non nocivi e poveri di calorie. Eppure tutto ciò non basta a non sprecare frutta e verdura: tantissimi italiani la acquistano ogni settimana, ma non sempre finisce sulle loro tavole, un po’ per scarsa educazione alimentare, un po’ per la qualità degli alimenti, che può non essere ottimale.

Frutta e verdura, inoltre, fanno risparmiare tanto. Pochi centesimi spesi in verdura possono da soli costituire un intero pasto, a differenza della carne, per esempio, che viaggia su ben altre fasce di prezzo.

E questo lo sanno anche i vegetariani e i vegani, che tendono ad allontanarsi sempre di più dai costosissimi surrogati della carne per scegliere un’alimentazione solo a base di frutta e verdure fresche.

Tuttavia, se queste finiscono direttamente nella spazzatura, il risparmio diventa ben presto una perdita, cosa che abbiamo imparato a evitare, qui su Nedben, e per questo vogliamo darti questa lista di cinque consigli per non sprecare frutta e verdura.

1. Non sempre in frigo

Non tutta la frutta e verdura va messa in frigo, perché spesso finisce per accelerare il suo processo di maturazione e perdere nutrienti preziosi. È il caso dei pomodori, per esempio, comunemente messi in frigo, ma che così facendo perdono ben presto la propria consistenza, risultando molli al tatto dopo un paio di giorni. Lasciarli a temperatura ambiente, anche in estate, assicura al frutto almeno due o tre giorni di vita in più. Oppure, le patate, che se messe in frigo accelerano il proprio processo di germogliazione, diventando quindi tossiche perché piene di solanina, ma allo stesso tempo fai attenzione a non esporle troppo al sole.

La regola generale che ti consigliamo è molto semplice: se al supermercato la verdura era esposta in frigo, mettila in frigo anche a casa, e viceversa.

2. Mangia prima il cibo fresco

Se pianifichi un menù con diversi giorni d’anticipo, e sappiamo quanto sia importante farlo, sai già quali ingredienti ti occorreranno, ma può capitare di avere la stessa verdura conservata in più modi. Prendiamo di nuovo i pomodori come esempio: possiamo averli freschi, congelati o passati in bottiglia. Molto spesso, senza nemmeno pensarci troppo, saremmo portati a usare quelli congelati, ma è sbagliato, perché sono quelli freschi i primi a rischiare di finire nell’immondizia, quindi è da lì che devi cominciare a consumare, e solo quando questi sono terminati recuperare ciò che c’è nel freezer.

3. Cucina prima

E parlando di freezer, è uno strumento che può essere molto utile: per non sprecare frutta e verdura che magari hai in frigo già da qualche giorno e non riusciresti a mangiarla tutta in un solo pasto, cucina comunque l’intera quantità e congela l’eccesso in freezer, fosse anche solo un semplice mix di verdure affettate: fare un minestrone diventa molto più semplice e veloce quando hai tutte le verdure già tagliate e surgelate. Con l’avvicinarsi dell’estate, inoltre, può essere una buona idea tagliare della frutta a cubetti e congelarla per poi tirarla fuori quando serve per preparare ottimi frullati freschi.

4. Mangia la frutta come snack

Durante la giornata di lavoro, a metà mattinata o nel tardo pomeriggio può capitare di avere fame e aver bisogno di una piccola ricarica di zuccheri, ma piuttosto che andare al bar o mangiare una barretta al cioccolato, il nostro consiglio non può che andare sulla frutta di stagione, scelta di gran lunga più salutare ed economica.

I bambini, tuttavia, potrebbero fare qualche resistenza all’inizio, ma tutto sta nell’impartire loro le buone abitudini. Se hanno realmente fame, inizieranno ad adattarsi a ciò che trovano e ben presto finiranno per amarla.

5. Alcuni alimenti sono più sensibili di altri

Alcuni tipi di frutta e verdura sono più robusti di altri. Mangia i più sensibili per primi e risparmia quelli più resistenti per qualche ricetta futura.

Per esempio, sai che la lattuga tende ad annerire più in fretta del cavolo o della verza, quindi dovrai consumare la lattuga per prima, anche se magari hai acquistato le altre due verdure prima di quest’ultima.

Impara dagli errori

Non sempre, nonostante tutto, riusciamo ad evitare che qualcosa vada a male, quindi ogni volta che succede prendi nota ed evita che accada di nuovo. Pian piano svilupperai il tuo personale metodo per non sprecare frutta e verdura. A proposito, qual è l’alimento più a rischio nel tuo frigo? Come fai a evitare che vada a male? Condividi i tuoi consigli con la community di Nedben.