Oggi è quel giorno. Il giorno che i bambini aspettano con tanta trepidazione e che più diverte gli adulti, che per un paio d’ore ritornano un po’ bambini: è il giorno dell’albero di Natale.

Tradizionalmente, in Italia, l’8 dicembre è infatti in cui nelle famiglie ci si dedica ai simboli tradizionali di questa festività: il presepe e, appunto, la decorazione dell’abete che custodirà i regali.

Per fare un albero di Natale, però, bisogna prima comprarlo. E comprare tutti gli addobbi e le decorazioni necessarie per portare più felicità nelle nostre case. E tutto questo può essere costoso. Ma naturalmente, per ogni cosa costosa, esistono dei modi per risparmiare. Noi te ne consigliamo alcuni.

Il tipo di albero di Natale

L’albero di Natale è un abete, si sa. Ma non tutti gli abeti sono uguali: se scegli un albero vero, esistono diverse qualità, ciascuna più pregiata dell’altra; se opti per un albero finto, beh, oggi ci sono alberi così realistici che ne esistono per varie fasce di prezzo, alcuni hanno addirittura dei filamenti di fibra ottica che sembrano foglie, ma che si illuminano con la corrente elettrica.

Già, a proposito: albero naturale o artificiale? Qual è il migliore per risparmiare?

Il prezzo in genere è molto simile, ma bisogna tener conto della durata del prodotto. Inutile dirlo: se ne scegli uno reale, abituato in natura agli ambienti freddi, e lo porti nella tua calda casa l’8 dicembre, il 6 gennaio sarà sicuramente morto. Un albero artificiale, invece, dura anche diversi anni, se trattato con cura.

Un altro modo per risparmiare sull’albero consiste nello scegliere l’altezza giusta: nei negozi troviamo alberi che arrivano ai 2 metri e mezzo di altezza. È davvero utile un albero di Natale così alto? Ricorda anche che più è alto, più decorazioni serviranno. A volte basta un albero di un metro e ottanta per stupire i più piccoli. e abbellire l’ambiente.

Compra le decorazioni in anticipo

Le decorazioni per l’albero generalmente iniziano a presenziare sugli scaffali dei negozi già all’inizio di novembre e per metà mese, tutto il necessario può essere acquistato. In quel momento, però, i prezzi sono ancora bassi, per poi alzarsi a inizio dicembre e trovare il picco massimo proprio nella settimana dell’8 dicembre. Se ti occorrono nuove decorazioni, insomma, cercale molto prima.

Acquista decorazioni usate

L’usato resta sempre il miglior modo per risparmiare: cerca su internet o nei mercatini dell’usato quegli addobbi che ad altri non servono più, ma che possono tornarti utili.

Spesso chi vuole liberarsi di vecchi addobbi di Natale lo fa a un prezzo davvero irrisorio, motivato più dalla voglia di disfarsi dell’oggetto che di recuperare qualche soldo.

Ricicla decorazioni degli anni precedenti

Perché acquistare nuove decorazioni se si hanno ancora quelle dell’anno precedente? Spesso tendiamo a gettare o a dare via anche le decorazioni, assieme all’albero, pensando che poi l’anno prossimo lo si farà con un altro tema di colori, ma in quel caso se ne può riutilizzare almeno una parte.

Acquista luci a risparmio energetico

Sì, anche le luci di Natale possono essere a risparmio energetico! Ne esistono diversi tipi in commercio, ma alcune delle nuove serie in commercio sono fatte con luci a LED a basso consumo e i colori sembrano più brillanti e intensi rispetto al passato. Vale lo stesso per tutte le luci che acquisterai per la tua casa, interne ed esterne.

Il tuo albero di Natale

Già, siamo curiosi: come sarà? Lo hai scelto vero o finto? Come hai risparmiato? Raccontacelo su Nedben.