Oggi circa l’80% degli italiani vive nella casa che ha acquistato, il che potrebbe far sembrare che il mercato immobiliare in Italia sia molto florido, ma la verità è che spesso pagare il mutuo diventa un grosso problema per le famiglie del nostro Paese. Eppure, gli italiani una certezza sembrano averla: meglio comprare casa che pagare l’affitto. Ma è sempre così? Secondo diversi economisti, non è vero, perché ci sarebbero degli aspetti ulteriori da considerare, come le imposte, la manutenzione e altre noie che possono saltar fuori all’improvviso, oltre alle spese legate all’acquisto, come le commissioni bancarie e gli onorari di notai, periti e altre figure. Ma non è tutto qui. E allora? Meglio comprare o affittare? Rispondiamo sfatando alcuni falsi miti legati all’acquisto di una casa.

Il rapporto acquisto/affitto

Un modo per capire se è meglio comprare o affittare è quello di calcolare il rapporto acquisto/affitto. Questo numero ti darà una vaga idea di quanto possano valere le case in una data zona. Calcolare il rapporto acquisto/affitto è semplice. Tutto quello che devi fare è:

  • Trovare due case simili, una in vendita, l’altra in affitto;
  • Dividere il prezzo di vendita della prima per l’affitto annuale della seconda.

Il numero che ne risulta è il rapporto acquisto/affitto.

Per esempio, mettiamo il caso che abbiamo appena trovato una casa in vendita a 200mila euro in un buon quartiere. Diciamo che nella strada parallela troviamo una casa molto simile, in affitto a mille euro al mese (quindi 12mila euro l’anno). Dividendo 200mila per 12mila otteniamo un rapporto acquisto/affitto di 16,7.

Bene, ora: cosa significa questo numero?

Qualche anno fa, l’economista David Leonhardt diceva al New York Times: «un rapporto acquisto/affitto) superiore a 20 significa che il costo mensile di proprietà eccederà quello di affitto.» Non proprio chiarissimo a prima lettura, ma ragionandoci su, ciò che vuole dire Leonhardt è che più è alto il rapporto acquisto/affitto, più ha senso affittare, mentre se è basso, ha senso acquistarla.

Un rapporto acquisto/affitto normale a livello nazionale si aggira tra 10 e 14, in calo rispetto a dieci anni fa, quando superava quota 20. Infatti, quello che è accaduto è che molte case hanno perso valore e gli attuali proprietari, all’epoca, avrebbero fatto bene ad affittare e a decidere di acquistare più in avanti.

I falsi miti del marketing

Decidere se sia meglio comprare o affittare casa è una decisione complicata, sia finanziariamente che emotivamente. Spesso tante persone si introducono in questo mercato come potenziali acquirenti senza un minimo di preparazione e con nozioni limitate sui reali benefici. La proprietà di una casa non è una panacea. Affittare non è una pazzia.

Parte del problema è il settore immobiliare, di cui ogni parte ha un malcelato interesse nel convincere i consumatori che più è grande, meglio è.

Il settore immobiliare fa del suo meglio per propagare certi miti sull’avere una casa di proprietà come:

  • Se sei in affitto, stai sprecando i tuoi soldi: falso, perché come tutte le scelte finanziarie, ogni opportunità ha un costo, sia che tu scelta di acquistare o di affittare.
  • Avere una casa è come avere un grosso salvadanaio: falso, perché per costruire un patrimonio immobiliare devi avere la fortuna o l’abilità di acquistare nel posto giusto al momento giusto e mantenere lo status quo per un bel po’ di tempo. Ma le circostanze cambiano, e quasi mai si riesce a mantenere intatta la propria situazione, e si finisce col pagare tanti interessi e mettere da parte poco capitale per acquistare una casa più grande e migliore.
  • Devi comprare la casa più grande e lussuosa che puoi permetterti: falso, perché uno dei principi basilari dell’indipendenza economica è spendere il meno possibile. Anziché alzare l’asticella delle proprie disponibilità, come accade in molti casi, bisogna volare il più basso possibile.

Sia chiaro, non c’è dubbio che comprare una casa sia la scelta più sensata per molti, ma non lo è per ragioni finanziarie. Avere una casa può dare maggior stabilità, perché non si è più alla mercé di un proprietario, ma non è detto che sia la scelta finanziaria migliore.

Vuoi acquistare casa? Fallo se ciò ti rende felice, ma non farlo solo perché pensi sia un buon investimento. Un mutuo non è un piano risparmi, non ti arricchirà.

Tu come la pensi? Hai comprato casa o preferisci affittarla? Di’ la tua opinione sulla community di Nedben.