Se per gli adulti gli anni passano, per i più piccoli il Natale resta sempre la festa più bella dell’anno e che più di tutte trasmette loro allegria e senso di protezione da parte degli adulti.

Ma per ogni bambino non sarebbe Natale se non ci fossero regali da scartare. Sì, di tutto ciò che il Natale porta con sé, il regalo è sicuramente la cosa più bella che un bambino possa ricevere, e per un genitore, oltre alle sfide della vita quotidiana che tale ruolo impone loro, anche il regalo si traduce in una decisione importante da non prendere alla leggera.

Essere bambini in questa epoca moderna, significa essere esposti a tanti stimoli differenti: andare a scuola ogni giorno, avere amici, trascorrere una quantità di tempo moderata avanti a uno schermo (che sia TV, computer, smartphone o videogiochi), fare sport, attività extrascolastiche e chissà quante altre cose ancora.

Tutti questi stimoli, si traducono in desideri e richieste di regali, che nel periodo natalizio, la stagione dei regali per antonomasia, diventano sempre più pressanti.

I bambini oggi vengono incoraggiati a esprimere i loro desideri in varie forme: dalla classica “lettera a Babbo Natale” alla semplice richiesta, ma questo può andare in contrasto con le esigenze di budget che tutte le famiglie hanno.

A questo punto, è importante capire come conciliare le due cose. E per questo abbiamo raccolto un paio di idee degne di nota.

Imposta un budget per ciascun figlio

Ancor prima di sapere quali sono le loro richieste, bisogna imporsi un budget entro cui muoversi per i regali dei più piccoli.

Ciò non significa che si dovrà spendere la stessa somma per ciascun figlio, ma che bisognerà decidere un budget totale per poi ripartirlo nella maniera più corretta possibile per ciascun figlio.

Chiaramente, ciò non vuol dire che i genitori devono avere delle preferenze sul regalo da fare a un figlio piuttosto che a un altro, ma è chiaro che bambini di età diverse, con gusti e bisogni diversi e magari di sesso diverso, hanno esigenze diverse, il che significa che può verificarsi l’eventualità in cui si spende di più per un figlio piuttosto che per un altro. È del tutto normale e non c’è nulla di male.

Farsi aiutare dai parenti

Se ti impegni a rispettare un determinato budget e cerchi di evitare le richieste più costose, i bambini potrebbero essere incoraggiati ad alzare l’asticella dei desideri da nonni e zii, vanificando i tuoi sforzi e ritrovandoti con richieste costose che non potrai accontentare. Non da solo, almeno.

La cosa migliore da fare in questi casi è quella di coinvolgere attivamente i propri parenti nell’acquistare il regalo desiderato dal piccolo unendo lo sforzo economico e presentandolo come regalo collettivo. Se è davvero ciò che desidera, avrai accontentato ugualmente tuo figlio, se non sulla quantità, sicuramente sulla qualità.

Acquistare regali che possono usare insieme

Accontentare i propri figli a Natale non significa dover pensare e fare un regalo a ognuno di essi, ma anche trovare un regalo del quale possano usufruirne tutti insieme.

In questo, le console e i videogiochi sono un’ottima alternativa al regalo individuale, così come i giochi da tavolo o un buon libro adatto a più fasce d’età.

Pagare con carte di credito cashback

Il sistema cashback è sempre più diffuso e promosso tra gli istituti bancari che emettono carte di credito e di debito: si tratta di un un rimborso di una piccola percentuale sugli acquisti effettuati presso le attività convenzionate.

Se non è possibile risparmiare, se non altro questo sistema permetterà di ammortizzare lievemente i costi.

E tu come accontenterai i tuoi figli a Natale? Sei disposto a spendere qualsiasi cifra? Dicci la tua opinione su Nedben.