Quante ore passi al computer? Quante volte al giorno ricarichi il cellulare perché hai giocato troppo a lungo? E che mi dici delle console?

La bolletta dell’elettricità è una voce di bilancio importante per le famiglie, che devono escogitare mille strategemmi per risparmiare anche sul più piccolo e insignificante led di stand-by e fare i conti con i sistematici aumenti del costo dell’energia e i dispositivi tecnologici come quelli sopra citati non aiutano affatto, anzi.

Più tempo passiamo sui social avanti al computer e più ci sentiamo colpevoli, eppure perseveriamo.

Ma sai qual è il bello di internet? Che si trova di tutto. Non pensare a internet come a una perdita di tempo, perché può essere usato in tanti modi costruttivi e ingegnosi. E anche remunerativi: basti pensare a quante nuove professioni sono nate grazie al web.

Guadagnare online è difficile, figuriamoci vivere di soli guadagni provenienti dal web, se non si è un professionista del settore, appunto. Ma se sono le piccole cifre che cerchiamo di portarci a casa, allora il discorso è molto diverso e tutto acquista più senso. E allora ecco che investire parte di quel tempo che spendiamo sui social o sui giochi online, potrebbe essere reinvestito in qualche altro tipo di attività che può portarci qualche piccola entrata che sia abbastanza da ripagarsi almeno i costi dell’energia elettrica. Vediamone alcune.

Guadagnare online con i sondaggi

Esistono tanti siti che offrono la possibilità di ricevere un piccolo pagamento proporzionale al tempo investito nella compilazione di alcuni questionari online. Alcune delle piattaforme più famose sono American Consumer Opinion, Global Test Market e Mondo di Opinione.

Previa registrazione (non preoccuparti se la quantità di dati richiesti è elevata, è normale: serviranno a darti sondaggi più mirati), riceverai proposte per rispondere ai vari sondaggi che ti verranno proposti e che in genere sono divisi per categoria.

Lo scopo di ciò è rivendere le tue risposte alle compagnie che si occupano di effettuare indagini di mercato per conto delle aziende, quindi questi siti di sondaggi online incentivano gli utenti a partecipare con il pagamento di piccole somme di denaro. Guadagnare online con i sondaggi si può, ma ovviamente non aspettarti grosse somme: in genere al termine di ogni sondaggio vengono attribuiti dei crediti virtuali convertibili in denaro al raggiungimento di una certa soglia.

In media un sondaggio ti impegna per 5 o 10 minuti al massimo e ti permette di guadagnare un euro di media. Se provi a fare un paio di calcoli, scopri che dedicando mezz’ora al giorno per venti giorni al mese, potresti guadagnare tra i 50 e i 60 euro. E se in casa siete più persone… beh, i numeri aumentano!

Guadagnare online scrivendo guide

I siti Paid to Write permettono di guadagnare piccole somme di denaro scrivendo articoli e tutorial che verranno poi pubblicate online sugli stessi siti. Alcuni tra i più conosciuti sono Blasting News, Ciao.it e O2O, quest’ultimo facente capo a Mondadori.

Tutto quello che bisogna fare è iscriversi e iniziare a scrivere. Tuttavia, è difficile preventivare i guadagni, poiché questi dipendono spesso da fattori quali l’argomento, la difficoltà e l’author rank, come nel caso di O2O. La lunghezza delle guide può spaziare dalle 300 alle 2000 parole e gli argomenti potrebbero essere di qualsiasi nicchia.

Il prezzo di una guida può variare dai 50 centesimi fino ai 150 euro promessi da Blasting News (difficilissimi da ottenere, ma non impossibili).

Guadagnare online con il PTC

I siti PTC, ovvero Paid to Click, permettono di guadagnare semplicemente cliccando su dei banner. Si tratta di pochi centesimi a click, ma considerando che tale operazione ci toglie meno di mezzo secondo, ne vale la pena.

Tutto quello che si deve fare è registrarsi a una di queste piattaforme per ritrovarsi su una pagina con tutti i banner da cliccare. Al raggiungimento di una determinata soglia di guadagno, sarà possibile ritirare il denaro sulla propria carta.

Metodi più rischiosi

Altre attività per poter guadagnare online includono anche quelle che implicano un rischio economico proporzionato al ritorno che si può ottenere. Le scommesse e i giochi da casinò online ne sono un esempio, ma oltre al pericolo della perdita di denaro, c’è anche quello della dipendenza.

Altri metodi, basati più sull’abilità che sulla fortuna, sono le opzioni binarie e il forex trading, legati all’andamento degli indici di borsa e dei cambi valute, ma anche in questo caso il rischio di perdere quanto investito è concreto e non va sottovalutato.

Tu hai mai provato a guadagnare online con uno dei metodi che abbiamo descritto in questo articolo? Quali altri suggeriresti? Discutiamone nella community di Nedben.