Che cos’è l’IMAX? Sicuramente negli ultimi anni stiamo assistendo ad un’evoluzione tecnologica senza precedenti, che sta avendo importanti ripercussioni in ogni aspetto della nostra vita.

Questi progressi impattano anche la sfera dell’intrattenimento, e in questo articolo parleremo di una delle tecnologie più discusse per quanto riguarda la produzione cinematografica, ovvero l’IMAX.

La tecnologia IMAX (da Image Maximum) sfrutta un aumento della risoluzione delle immagini usando pellicole cinematografiche più larghe e a una risoluzione di 10.000 × 7.000. Per ottenere tutto ciò, il fotogramma da 70 mm viene esposto orizzontalmente all’interno del proiettore.

Evoluzione della pellicola, dallo standard a 35 mm all'IMAX

Differenze tra il formato dei pellicola normale e quello IMAX

Mentre le tradizionali pellicole da 35 mm (a scorrimento verticale) hanno una zona di immagine che è larga 48,5 mm e alta 22,1 mm, con questo sistema le immagini sono larghe 69,6 mm e alte 48,5 mm. Per esporre la pellicola alla velocità standard di 24 fotogrammi al secondo, la pellicola deve girare all’interno della macchina da proiezione a una velocità tre volte superiore rispetto allo standard 35 mm.

Produrre film con questa nuova tecnologia è un’attività molto onerosa, sia per i costi alti dovuti ad una produzione di massa delle pellicole stesse, sia perché i proiettori devono avere caratteristiche molto particolari, come ad esempio il supporto ad una velocità di proiezione molto elevata.

Per questo motivo, nel 2008 IMAX ha deciso di introdurre un sistema di produzione digitale 2K più semplice ed economico. Le doppie immagini 2K vengono proiettate l’una sull’altra, producendo un’immagine potenzialmente più brillante rispetto a un normale cinema digitale 2K. Il principale svantaggio è che la risoluzione è molto inferiore rispetto ai film IMAX standard, e allo stesso tempo è inferiore anche a quella dei formati 4K e 8K in pellicola da 35 mm.

1. Come sono strutturate le sale IMAX?

Una sala cinematografica IMAX è concepita in modo diverso ad una sala tradizionale. La maggior risoluzione dello schermo permette al pubblico di essere molto più vicino ad esso; inoltre le poltrone sono inclinate con un angolo che raggiunge i 23 gradi, in modo che il pubblico sia rivolto direttamente verso lo schermo.

Le dimensioni standard di uno schermo IMAX sono 16 metri di altezza e 22 metri di lunghezza, ma l’estensione dello schermo può essere anche maggiore, come ad esempio 22 metri di altezza e 29 metri di lunghezza.

2. Quanti cinema IMAX sono presenti in Italia?

Ecco l’elenco aggiornato delle sale IMAX in Italia come relative caratteristiche:

Pioltello – UCI Cinemas

Due proiettori digitali 2K e uno schermo con una ampiezza totale di 200 metri quadrati, 340 posti a sedere.

Sesto San Giovanni – Skyline

Due proiettori digitali 2K e 346 posti a sedere.

Afragola

Due proiettori Digital 3D, uno schermo con una ampiezza totale di 300 metri quadrati, 534 posti a sedere.

Orio al Serio – UCI Cinemas

Schermo di 486 metri quadrati, due proiettori laser 4K affiancati.

4. Quanto costa vedere un film in IMAX al cinema?

Generalmente un film in una sala IMAX si attesta sui 13€, un prezzo decisamente sopra la media, considerando che per eventi proiettati con questa nuova tecnologia è molto difficile usufruire di sconti o promozioni particolari.

Dato l’eccezionale impatto visivo e sonoro che regala questa tecnologia, vale sicuramente la pena provare almeno una volta una sala IMAX per godere appieno dello spettacolo che ci regala.

Abbiamo visto personalmente Dunkirk in IMAX e dobbiamo dire che è stata un’esperienza unica, un livello di dettaglio mai visto e soprattutto un’immersione totale all’interno delle scene girate magistralmente da Nolan.

 

Vi chiediamo un vostro parere, cosa preferite, la cara vecchia pellicola oppure state diventando IMAX dipendenti anche voi? Raccontatecelo sulle pagine social di Nedben!