La strada per l’indipendenza economica è sorprendentemente semplice.

Spendi meno di ciò che guadagni.

Fine. Se lo fai ogni mese, ogni anno, ogni decennio, avrai l’indipendenza economica. I debiti saranno ripagati subito e i risparmi aumenteranno sempre di più.

Ma se è così semplice, come mai non lo fanno tutti? Se è così semplice, perché il 40% degli italiani non riesce a risparmiare?

La ragione è altrettanto semplice: nonostante la strada sia incredibilmente dritta e senza svincoli, ci sono molti nemici lungo il cammino che ti spingeranno sul ciglio e ti sporcheranno di polvere. Arrivano in modo regolare, ma in forme diverse e numeri diversi, e se non sei pronto a gestirli, ecco che non tornerai molto presto sulla strada per l’indipendenza economica.

Questi nemici arrivano in tutte le salse, ma possono essere divisi in cinque grandi gruppi, con diverse tattiche per gestire ciascuno di essi.

1. Cattive abitudini

In altre parole, hai una pessima routine che ti spinge a fare spese non necessarie. Ovviamente non distruggono la tua indipendenza economica da sole, ma ti rallentano molto e rendono più semplice agli altri nemici il buttarti fuori strada.

Queste cattive abitudini e routine indossano molte maschere. Possono prendere la forma delle tue scadenze mensili, per esempio. Alcune possono essere troppo gonfiate, come la bolletta dell’elettricità, mentre altre possono essere superflue, come la TV satellitare. Prendono la forma di spese ordinarie che si ripresentano ogni mese senza che tu ci pensi nemmeno, come pranzare fuori, fare colazione al bar o acquistare solo grandi firme.

2. Cattivi consigli

Quando la gente pensa ai consigli, tendono a pensare a sé stessi che chiedono aiuto su qualcosa che dà loro preoccupazione e poi trovare qualcuno di cui si fidano per ricevere una risposta. Tipicamente, questi sono buoni consigli, ma non sono ciò di cui parliamo.

Noi parliamo dei cattivi consigli. Suggerimenti che non hanno reale considerazione della tua vita, dei tuoi desideri e obiettivi. Parliamo di quei consigli per gli acquisti, di bisogni indotti e di marketing del consumo.

I cattivi consigli sono ovunque. In televisione, su internet e in particolare sui social network. Oppure sono nella bocca del tuo migliore amico o in una conversazione ascoltata per caso in strada o al lavoro.

3. Tentazioni

Siamo tutti tentati nella nostra vita quotidiana. Siamo tentati dall’essere pigri. Tentati da ricompense, regali, piccoli piaceri. Tentati dalle cose che possiamo avere subito.

Le tentazioni però distraggono. Ti strappano via l’attenzione e ti tirano via dall’obiettivo più grande. Ti chiedono di essere soddisfatte qui e ora, senza preoccuparsi di cosa c’è dopo.

Cedere alle tentazioni significa cedere la propria indipendenza economica. Per evitarle, non basta contare fino a dieci, ma puoi seguire alcuni dei nostri consigli. Le nostre sfide dei 30 giorni, per esempio, possono aiutare molto.

Navighi molto online? Cancella la tua carta di credito dai tuoi account e non salvare le informazioni di login.

4. Cattiva prospettiva

Gli esseri umani hanno delle fissazioni che si sono rivelate molto utili nella nostra storia evolutiva, diciamo più o meno fino alla rivoluzione industriale, ma che adesso non ci sono tanto utili.

Una di queste è un grande nemico dell’indipendenza economica: la nostra naturale tendenza a focalizzarci sulle prospettive a vreve termine, piuttosto del lungo termine. Mettiamo sui piatti della bilancia molto più peso sull’oggi che sul domani, il che ci condiziona per il resto della vita.

Come imparare a cambiare prospettiva? Impara a considerare lo scenario peggiore come quello più realistico in ogni cosa che fai, e pensa al breve termine solo quando hai un piano per uscirne.

Un fondo di emergenza, per esempio, potrebbe essere una soluzione alla maggior parte dei problemi, ma in generale, segui tutti i principi del risparmio.

5. Mancanza di conoscenza

Un altro grande ostacolo che si pone tra te e l’indipendenza economica può essere una semplice mancanza di conoscenza degli strumenti a tua disposizione per risparmiare. Ne parlavamo la scorsa settimana, quando dicevamo che è importante informarsi sull’economia. Se una percentuale di italiani così elevata non riesce a risparmiare, infatti, non è solo per le ristrettezze economiche, ma anche per una certa diffidenza verso tutto ciò che non si conosce, compresi i prodotti finanziari che invece potrebbero incrementare la propria liquidità.

Come raggiungi l’indipendenza economica

L’indipendenza economica è un percorso difficile per tutti, e questi cinque nemici sono duri da affrontare. Tu come lo fai? Raccontacelo sulla community di Nedben.