Se per tanto tempo hai evitato quella vacanza di cui avevi tanto bisogno a causa del buco che lascerebbe nelle tue finanze, è giunta l’ora di riconsiderare questa decisione.

Innanzitutto, prendersi una vacanza come si deve ogni tanto migliora la propria produttività, al lavoro come nella vita privata, il che significa che potrai mettere molta più energia in tutte le tue attività quanto ritornerai.

Secondo punto, ma non di minore importanza, esistono diversi modi per fare soldi grazie alla propria vacanza. Esatto, guadagnare dalla propria pausa dal lavoro. E fidati, non richiede affatto sforzi impensabili, anzi, si tratta di idee praticabili in maniera molto semplice. Ma vediamo questi 5 consigli uno per uno.

1. Conosci IQPlanner?

IQPlanner è un sito che ti permette di guadagnare grazie alla tua vacanza, se pianificata bene.

Chiunque vada a visitare un posto nuovo pianifica attentamente gli itinerari con i luoghi da visitare, le zone da esplorare e i divertimenti da godersi. Sei anche particolarmente bravo a fare ciò? Allora guadagnerai sicuramente!

IQPlanner, infatti, ti consente di caricare sul sito i tuoi itinerari per il luogo in cui sei andato in vacanza, in modo tale da aiutare altri turisti come te a trarre il massimo dalla loro esperienza. Ogni volta che un utente cliccherà sul tuo itinerario o che qualcuno lo condividerà o gli darà un like sui social, riceverai una certa somma di denaro. Con un pizzico di bravura e un discreto numero di condivisioni potresti guadagnare decine di euro, che nel caso di viaggi di breve durata, corrispondono spesso al prezzo del volo.

2. Affitta la tua casa

Considera la possibilità di affittare casa tua mentre sei via. Tutto quello che devi fare è scattare qualche foto e scrivere una buona descrizione dell’appartamento e della sua posizione e postarla su un sito di annunci. Se vivi in una grande città con un complesso universitario o con punti di interesse culturale, studenti e turisti accorreranno numerosi.

In alternativa, puoi iscriverti ad AirBnB, ormai conosciutissimo e usato in tutto il mondo. Decidi tu il prezzo e gli utenti sono quasi sempre recensiti, il che ti consente anche di sapere con chi stai avendo a che fare, senza doverti affidare all’istinto. Fatto sta, che con il solo affitto del tuo appartamento potresti ripagarti la vacanza per intero.

3. Vendi le tue foto

Se hai un buon occhio, una discreta fotocamera e la pazienza che fare una buona foto richiede, potresti guadagnare una cifra niente male dalle foto che hai scattato, contribuendo a ripagarti la vacanza.

Il metodo più remunerativo è senza dubbio quello di vendere a privati, come studi fotografici, agenzie pubblicitarie, tipografie o semplicemente appassionati di belle immagini. I prezzi di uno scatto possono variare da meno di dieci euro a diverse centinaia a seconda della qualità.

In alternativa, puoi registrarti come contributore a uno dei tanti siti online che vendono immagini in stock, come quello di Fotolia per esempio. Anche in questo caso i prezzi di un’immagine sono variabili e il numero di vendite dipende da quanto esse diventano popolari sul sito in questione.

4. Vendi le tue storie

Hai vissuto un’avventura? L’esperienza è stata così fantastica che devi raccontarla a qualcuno? Vuoi semplicemente scrivere una guida per i prossimi che viaggeranno verso la tua stessa meta? Anche in questo caso internet ti è amico: esistono tanti travel blogger disposti a pagare qualcuno che scriva loro un articolo su un determinato argomento. E ci sono anche tanti magazine online che offrono denaro per un guest post. Se sai scrivere bene, non puoi rinunciare a questa possibilità.

Basterà una breve ricerca su Google per trovare i siti che fanno al caso tuo. Se segui questo blog già da un po’, sai che abbiamo già parlato dei siti paid to write e di come guadagnare online.

5. Usa una carta con cashback

Se sei un buon pagatore, puoi richiedere alla tua banca una carta di credito con cashback, ovvero un programma con il quale vieni rimborsato in una certa percentuale per i tuoi acqusti fatti in determinate catene di negozi. Se viaggi all’estero con una di queste carte, considerate le spese di albergo, voli, taxi, ristoranti, souvenir, visite guidate e regali, è probabile tornare in patria con un discreto gruzzolo.

Ripagarti la vacanza: come lo fai?

Sappiamo bene che questi cinque consigli non sono gli unici che ti permettono di ripagarti la vacanza, quindi vogliamo ampliare la lista: ne conosci altri? Raccontaci le tue esperienze di viaggio su Nedben.