Avere un bambino significa dover affrontare una serie di nuove sfide. Se l’eccitazione e le emozioni di questo nuovo capitolo della vita di una coppia sono la parte centrale del tutto, le implicazioni finanziarie restano sui fianchi. Come spine, ecco. Come già scrivemmo in passato, crescere un bambino è una spesa molto costosa, che in 18 anni può arrivare quasi a 200mila euro. Iniziare a risparmiare in gravidanza, quindi, è fondamentale per non essere colti di sorpresa dopo la nascita del piccolo.

Effettivamente, se si hanno nove mesi per prepararsi, c’è tutto il tempo per gestire la situazione e preparare un piano economico a prova di pannolini. Perciò, ecco qualche consiglio da parte nostra.

Traccia, risparmia, pianifica

Se non hai mai tenuto traccia del tuo budget, questi nove mesi sono il momento giusto per farlo. Ricorda: devi imparare a risparmiare in gravidanza, non dopo.

Inizia con il tenere traccia di tutte le spese e invita il tuo partner a fare altrettanto. Confrontatevi, poi, sugli obiettivi personali di ciascuno dei due e di quelli che avete in comune.

Rivedi le tue spese, stabilisci un budget da creare destinato ai vostri obiettivi e tieni conto dei costi destinati alla cura del nascituro.

Cerca un’assicurazione vita

Appena inizia una nuova vita, i genitori tendono a prendere in considerazione la propria mortalità. Per assicurarti che il tuo bambino o i tuoi bambini non restino mai sul lastrico, cerca una copertura che garantisca loro un po’ di liquidità per gli studi o per un mutuo. Un consiglio? Cerca una polizza che copra almeno dieci volte le tue entrate annuali.

Informati su agevolazioni e bonus

Per i neo-genitori, avere un bambino può diventare un vantaggio nei confronti del fisco.

Le leggi in tal senso sono molte e vengono costantemente aggiornate. Informati presso il tuo commercialista e verificate insieme che sussistano le condizioni per avere bonus e agevolazioni fiscali di vario genere, poiché tali criteri tendono a essere piuttosto inclusivi.

Apri un conto risparmio o un libretto

Certo, si tratta di denaro che tuo figlio userebbe tra molti anni, ma non è mai troppo presto per iniziarci a pensare. Aprire un conto risparmio o un libretto per tuo figlio ti permetterà di mantenere un totale controllo del denaro.

Salvo cambiamenti futuri, il denaro depositato potrà essere ritirato senza alcuna imposta ed è uno dei modi migliori per garantire un futuro a un figlio quando raggiungerà l’età adulta.

Rinegozia il mutuo

Se le tue condizioni finanziarie sono cambiate e il pagamento del mutuo non ti assicura una vita dignitosa, puoi chiedere alla tua banca di rinegoziare le rate del mutuo o spostarlo presso un’altra banca (portabilità del mutuo). Non c’è caso migliore della nascita di un bambino per questo tipo di richiesta, non ti pare?

D’altro canto, questo vorrà dire che probabilmente finirai di pagarlo più tardi del previsto. È una decisione importante, perciò riservale il tempo che merita.

La chiave per una famiglia felice

Per quanto spaventoso il futuro finanziario tuo e dei tuoi cari possa sembrare e per quanto forte possa farsi sentire la pressione delle spese che incombono, un piano di spesa ben ponderato che prende tutti i fattori in considerazione sarà la chiave per tutto. Questo, e una comunicazione trasparente e un dialogo aperto su qualsiasi argomento.

E tu? Hai avuto un figlio? Come hai pianificato il suo arrivo? Raccontacelo sulla community di Nedben!