Un viaggio a New York lo sogniamo tutti nella vita. La Grande Mela, la città che non dorme mai… tanti soprannomi sono stati dati a questa città da tutti i grandi che vi hanno trascorso parte della loro vita, di cui diversi italiani. Quante volte abbiamo visto New York nei film e pensato di voler essere lì, di respirare la stessa aria che si respira a Central Park, di guardare i grattacieli con gli occhi della Statua della Libertà e chissà quante altre cose ancora.

Ma puntualmente i sogni si infrangono molto presto: New York è cara. I voli transatlantici sembrano essere ancora troppo costosi, poi quanto costerà un albergo a Manhattan? E per mangiare?

Tutti ostacoli che sembrano essere insormontabili. Ma è veramente così? Beh, le statistiche sembrano dire di no: il numero di europei in viaggio a New York per vacanza aumenta ogni anno di più. Un motivo ci sarà, non credi?

Semplice: con i dovuti accorgimenti, anche un viaggio a New York è possibile. Vediamo come.

Quando viaggiare

Se si vuole risparmiare sul volo, bisogna mettere in conto il fatto di non avere molta scelta riguardo i periodi in cui è possibile recarsi a New York: i voli sono cari in alta stagione, quindi in estate e a dicembre, sono cari in occasione delle festività e in occasione dei ponti.

Considerando il calendario italiano, con la Pasqua che cade mediamente ad aprile, restano come possibili alternative i mesi di marzo e ottobre, oltre alla seconda metà di settembre.

Finestre molto ristrette, come dicevamo, ma in questi periodi anche le sistemazioni saranno più economiche.

Dove alloggiare

Quella degli hotel è un’altra grossa montagna da scalare: sembra che qualunque posto a New York, a meno che non sia una bettola fatiscente, debba costare un occhio della testa. La Stampa consiglia l’hotel Moxy a Times Square, ma se si vuole risparmiare ancora di più, è sugli appartamenti che bisogna puntare: AirBnB è un faro nella notte.

Ricorda, inoltre, che sei a New York: la metropolitana funziona benissimo, quindi prova ad allontanarti dal centro per trovare qualcosa a un prezzo più basso, e non preoccuparti per i costi dei trasporti: l’abbonamento alla metro costa 32 dollari per un’intera settimana.

Dove mangiare

In qualsiasi bar puoi mangiare una colazione americana molto abbondante per meno di 5 dollari, in grado di saziare anche lo stomaco più esigente del mondo, e che ti permetterà di sostenere il ritmo delle lunghe passeggiate senza sentire il bisogno di fare uno spuntino di tanto in tanto. Per il pranzo e la cena, invece, se vuoi evitare i classici fast food, che restano la scelta più economica, allora puoi optare per i famosi deli, negozietti più piccoli, in cui si mangia dal cheeseburger alla pizza (attento, gli Stati Uniti sono il Paese della pizza con l’ananas!), per meno di 10 dollari a persona.

Cosa visitare

Il vero fascino di New York sta nel riconoscere quei posti che hai visto solo in TV, trovarti lì e immaginare di essere il protagonista della prossima pellicola da Oscar, e per quello serve solo un paio di scarpe comode, perché guardare per fortuna non costa ancora nulla.

Per quanto riguarda i musei, c’è un trucco: devi sapere che tutti i musei, o quasi, anche se sono a pagamento, hanno dei giorni e orari prestabiliti in cui è possibile entrare gratuitamente. Spesso si tratta delle fasce orarie pomeridiane, quindi potrai organizzarti per una bella passeggiata mattutina e terminare la giornata con un’attività di tipo culturale.

Se invece vuoi vedere la Statua della Libertà, ma senza dover andare per forza sull’isolotto su cui è situato il monumento, puoi imbarcarti sul traghetto Staten Island Ferry, totalmente gratuito, per ottenere una bellissima vista sia della statua che della classica vista di Manhattan dal fiume Hudson.

Il tuo viaggio a New York

Sei mai stato in questa stupenda città? Come hai risparmiato? Racconta la tua esperienza sulla community di Nedben!