Con la stagione delle vacanza che sta per arrivare, è tempo di cominciare a pensare alla destinazione per il tuo meritato riposo dopo un anno di lavoro. Ma se la classica vacanza estiva sembra essere in ripresa, la vacanza in camper non è da meno. Sembrano essere sempre di più, infatti, le famiglie o i gruppi che decidono di strutturare la propria vacanza su un itinerario, piuttosto che stare in un posto fisso per una o due settimane.

Oltretutto, si tratta di un tipo di vacanza che tende a essere più economico per il semplice motivo che stai essenzialmente combinando il veicolo con l’alloggio.

Se hai un budget molto basso, però, questo potrebbe non bastare. Ecco allora qualche consiglio per risparmiare nella tua vacanza in camper.

Cerca attentamente

Quando vai in vacanza in camper, la cosa che probabilmente bisogna fare per prima è trovare degli spazi in siti appositi dedicati a caravan e camper, ma potrebbe essere ottimo prenotare in anticipo, il che ti assicurerà un posto ovunque tu voglia fermarti, anche in alta stagione, e un sensibile risparmio sul prezzo (anche se devi verificare con i gestori delle aree).

Inoltre, nella scelta dei siti per le varie soste, non prestare troppa attenzione ai servizi disponibili in loco, soprattutto se il tuo camper è dotato di tutto ciò che serve, inclusi bagno e doccia. Questi siti, infatti, saranno sicuramente più economici di quelli con tutti gli optional inclusi, la cui qualità, francamente, non è sempre ottimale.

Su Facebook ci sono tanti gruppi di camperisti dove è possibile chiedere consigli e sapere in anticipo cosa aspettarsi nelle zone più conosciute.

Riduci i bagagli

Inutile fare troppi bagagli, se viaggi in camper. È uno spreco di tempo, denaro e spazio.

Controlla che i siti di camping in cui vuoi fermarti abbiano una zona lavanderia, in modo tale da poter tagliare sulla quantità di vestiti da portarsi dietro.

Inizia a pianificare molto prima, riguardo le cose da caricare sul camper: ricorda che questa non è una vacanza come tutte le altre. Anche i piccoli oggetti come tagliaunghie, nastro adesivo, colla, forbici e altro ancora, per evitare di dover comprare queste piccole cose qualora dovessero servirti mentre sei in viaggio.

Ma fare una vacanza in camper vuol dire anche poter cucinare piatti veloci a bordo o negli spazi da camping, quindi ricorda di portare qualche ingrediente base e delle spezie.

Visita location meno conosciute

Piuttosto che una spiaggia stra-frequentata, perché non optare per un massiccio, una collina o una zona meno conosciuta?

Con un minimo di ricerca online dovresti essere in grado di trovare posti nascosti che ti consentano di scappare dalle trappole per turisti iper-costose. In ogni caso, dedica un giorno o due alla pura esplorazione, potresti trovare dei paradisi naturali nascosti.

Pianifica le attività

Considerato il percorso e considerate le soste, ci saranno sicuramente delle attrazioni a pagamento che vorrai visitare a tutti i costi, ma ci saranno anche attività gratuite o comunque a bassissimo costo per tutti i giorni, come passeggiate, giri in bici o picnic.

L’Italia, per esempio, è piena di villaggi e piccoli borghi ricchi di punti di interesse come musei e parchi, spesso gratuiti.

Inoltre, tieni d’occhio i siti di voucher come Groupon e simili, perché soprattutto in questa stagione, è facile trovare ottimi affari e possibilità per esperienze nuove.

Pianifica le soste rifornimento

Il costo più importante di una vacanza in camper è costituito dal carburante. Ma pianificando le soste e usando alcuni trucchi, è possibile risparmiare anche in questo caso. Lo strumento più utile è sicuramente il sito prezzibenzina.it, che ti consente di trovare le stazioni di servizio coi prezzi più bassi nella zona in cui ti trovi.

In alternativa, puoi chiedere alla community di Nedben se ci sono dei camperisti per scambiarsi ulteriori consigli.