Tutti abbiamo uno smartphone! È finito il tempo in cui un cellulare con una rubrica, una tastiera per gli SMS e magari una fotocamera era abbastanza. Oggi gli smartphone hanno così tante funzioni e sono così radicati nella nostra quotidianità che, inutile negarlo, sarebbe difficile vivere senza.

Ma gli smartphone sono anche una spesa consistente sul bilancio personale (e talvolta familiare): vanno riparati se si danneggiano e nei casi peggiori vanno sostituiti, per non parlare di quando semplicemente diventano obsoleti, e con la velocità alla quale si muove questo mercato, ciò accade sempre più in fretta.

D’altro canto, però, acquistare uno smartphone di fascia bassa non è sempre la scelta migliore: spesso questi modelli sono già vecchi e non più supportati dalla casa madre, il che significa niente aggiornamenti, niente app all’avanguardia e funzioni non eccellenti.

Se si acquista uno smartphone, insomma, anche la qualità è importante. Ma la qualità costa. E allora è necessario spendere una fortuna per acquistare uno smartphone di qualità?

Non necessariamente.

Vediamo alcuni modi per risparmiare sull’acquisto di un nuovo smartphone.

Cerca su internet

Come al solito, il web è tuo amico: su Amazon ci sono diversi modelli di smartphone che vengono offerti talvolta con garanzia italiana, talvolta con una europea, ma spesso il prezzo è fissato a una cifra inferiore a quella dei negozi e la spedizione gratuita.

Ma Amazon non è l’unica scelta: basta cercare su Google per trovare decine di siti che vendono smartphone a prezzi inferiori alla media, alcuni più conosciuti di altri, certo, ma anche quelli meno popolari possono serbare offerte interessanti.

Se non ti fidi, puoi controllare le recensioni degli utenti, cercare opinioni e segnalazioni in merito e verificarne l’affidabilità mediante portali come Trustpilot.

È importante anche controllare i termini di utilizzo del sito in questione e le sue politiche sui resi.

Controlla le offerte degli operatori

Tutti i maggiori operatori telefonici offrono contratti che includono, oltre a un piano tariffario speciale pagato su base mensile, anche uno tra i più recenti modelli di smartphone. Certo, bisogna controllare attentamente tutte le condizioni contrattuali, ma talvolta il gioco vale la candela.

Questi contratti, inoltre, a volte consentono il rinnovo con tanto di sostituzione del vecchio modello con uno più recente, il che significa che anno dopo anno sarà possibile, magari col pagamento di una piccola somma, avere sempre l’ultimo modello offerto da un determinato marchio.

Rivendi il vecchio smartphone

Se è ancora funzionante, perché mai dovresti destinare il tuo vecchio smartphone a essere segregato in un cassetto o peggio, alla spazzatura?

Spesso presi dalla smania di provare il nuovo smartphone, ci dimentichiamo totalmente di quello vecchio. Piuttosto, meglio usare lo smartphone nuovo per scattare un paio di foto a quello vecchio e caricarle su qualche sito di annunci.

Considera brand meno conosciuti

Non devi necessariamente acquistare un iPhone o un Samsung per avere tra le mani un ottimo smartphone. Esistono molti marchi meno pubblicizzati, infatti, in grado di offrire caratteristiche pari o a volte persino superiori a quelle dei dispositivi di fascia elite. È il caso degli smartphone Huawei, ormai diventati molto popolari. In particolare, dalla Cina arrivano diversi brand che offrono smartphone di qualità a prezzi decisamente inferiori rispetto alla media europea.

Non solo Huawei, infatti, a dare una piega interessante a questo settore ci sono anche Xiaomi, Vernee, Meizu e Oukitel. Tra l’altro una delle caratteristiche più interessanti di questi smartphone è la batteria, che in alcuni modelli arriva anche a 6.000 mAh.

Quale smartphone scegliere?

La scelta è sicuramente molto vasta, ma non è del tutto impossibile risparmiare, anche sui modelli più in voga. Secondo te qual è il miglior smartphone sotto il profilo qualità/prezzo? Quale sceglieresti per risparmiare? Raccontacelo sulla nostra Community Nedben.com